DIFFERIMENTO DEI TERMINI DECADENZIALI RELATIVI AI TRATTAMENTI DI INTEGRAZIONE SALARIALE CONNESSI ALL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA, L’EBT RAGUSA CHIARISCE COME FARE ALLE IMPRESE IBLEE DEL TERZIARIO

Il Consiglio direttivo dell'Ebt Ragusa

Differimento dei termini decadenziali relativi ai trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica L’Ebt Ragusa chiarisce come fare alle imprese iblee del terziario

 

L’Ebt Ragusa comunica alle imprese iblee del terziario che l’Inps ha fornito indicazioni specifiche sul differimento dei termini decadenziali relativi ai trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica. “La Legge n. 69/2021, di conversione del Decreto Sostegni – spiegano dal direttivo dell’Ebt – ha differito al 30 giugno 2021 i termini decadenziali di invio delle domande di accesso ai trattamenti collegati all’emergenza da Covid-19 nonché di trasmissione dei dati necessari per il pagamento diretto o per il saldo degli stessi scaduti nel periodo tra il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2021. L’istituto ha chiarito che rientrano nel differimento dei termini al 30 giugno tutte le domande di trattamenti connessi all’emergenza epidemiologica i cui termini di trasmissione ordinari siano scaduti nel periodo tra il 1° gennaio 2021 ed il 31 marzo 2021”. Ne deriva che possono beneficiare dello slittamento dei termini decadenziali le domande di trattamenti riferite a periodi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa decorrenti dal dicembre 2020 al febbraio 2021 (ordinariamente, infatti, la domanda scade alla fine del mese successivo a quello in cui è collocato il periodo di integrazione salariale).

“Beneficiano del regime di differimento – sottolineano ancora dal direttivo Ebt Ragusa – anche i termini di trasmissione dei dati necessari per il pagamento diretto o per il saldo dei trattamenti connessi all’emergenza da Covid-19 i cui termini di decadenza sono scaduti nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2021. La disciplina a regime prevede che, in caso di pagamento diretto delle prestazioni da parte dell’istituto, il datore di lavoro è tenuto a inviare all’Inps tutti i dati necessari per il pagamento o per il saldo dell’integrazione salariale entro la fine del mese successivo a quello in cui è collocato il periodo di integrazione salariale ovvero entro 30 giorni dalla notifica della Pec che contiene l’autorizzazione, se tale termine è più favorevole all’azienda”. Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli uffici dell’Ebt Ragusa in via Roma 212 al numero telefonico 0932.622522.

 

Ebiter Ragusa  

Condividi:
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Share on print