LAVORATORI EXTRACOMUNITARI NEL SETTORE TERZIARIO, L’EBT RAGUSA CHIARISCE ALLE IMPRESE IBLEE COSA CAMBIA DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO IMMIGRAZIONE E SICUREZZA

Lavoratori extracomunitari settore terziario

Cosa cambia per il lavoro delle persone extracomunitarie dopo la conversione in legge del decreto immigrazione e sicurezza? L’Ente bilaterale del terziario di Ragusa chiarisce le novità alle imprese del comparto operanti nell’area iblea

 

 

Quali sono le disposizioni che le imprese del terziario, anche in provincia di Ragusa, possono attuare con riferimento alla conversione in legge del decreto immigrazione e sicurezza? E’ l’Ente bilaterale del terziario di Ragusa a fare chiarezza rivolgendosi alle attività presenti sul territorio ibleo sottolineando che la legge 18 dicembre 2020 n.173, entrata in vigore il 20 dicembre scorso, ha comportato la conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 ottobre 2020, n. 130, recante disposizioni urgenti in materia di immigrazione, il cosiddetto decreto immigrazione e sicurezza. “Nel corso dell’iter parlamentare di conversione – affermano i vertici di Ebiter Ragusa – sono state sostanzialmente confermate le principali disposizioni in materia di ingresso e soggiorno di persone extracomunitarie. In particolare: vengono individuate specifiche tipologie di permessi di soggiorno per le quali è ammessa la conversione in permesso di soggiorno per motivi di lavoro, ove ne ricorrano i requisiti. Si tratta dei permessi di soggiorno per protezione speciale (ad eccezione dei casi per i quali siano state applicate le cause di diniego ed esclusione della protezione internazionale), per calamità, per residenza elettiva, per acquisto della cittadinanza o dello stato apolide, per attività sportiva, per lavoro di tipo artistico, per motivi religiosi e per assistenza di minori. Inoltre, viene facilitata la convertibilità in permesso per motivi di lavoro del permesso di soggiorno per ricerca scientifica “art. 27”, eliminando la necessità di dimostrare la disponibilità di un reddito minimo annuo derivante da fonti lecite non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale”. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.ebiteragusa.com oppure contattare la sede di via Roma 212 al numero telefonico 0932.622522.

 

Condividi:
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Share on print