L’EBT RAGUSA HA PREDISPOSTO ALCUNE FORME DI SOSTEGNO AL REDDITO: “PICCOLI AIUTI MA DAL GRANDE SIGNIFICATO IN QUESTO PERIODO”

Il presidente Ebiter Ragusa Gianluca Manenti

L’Ente bilaterale del terziario di Ragusa ha attivato forme di sostegno al reddito per l’anno 2019
“Piccoli aiuti ma dal grande significato in questo periodo”

L’Ebt Ragusa ha previsto delle forme di sostegno al reddito per l’anno 2019 a cui possono fare riferimento tutti gli associati. Ad affermarlo è il presidente dell’Ente bilaterale del terziario, Gianluca Manenti, il quale illustra qual è la natura di questi sussidi. “Stiamo parlando – chiarisce – del contributo spesa annuo per le spese per l’asilo nido dei figli fino a tre anni di età. E, ancora, del contributo spesa per l’acquisto dei libri di testo. Quindi, è possibile anche ottenere un contributo spesa per le tasse universitarie oltre a un contributo per l’acquisto delle lenti da vista”. Inoltre, per le aziende che nel 2019 hanno sostenuto delle spese per i corsi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e legge sulla privacy sarà possibile usufruire di un rimborso come previsto da regolamento. “Si tratta di piccoli aiuti – afferma Manenti – che, però, in questo periodo complesso e caratterizzato dalle disposizioni emanate per l’aggravarsi della pandemia assumono un grande significato. Ecco perché tra tutti gli operatori del terziario si fa un importante lavoro di squadra ed ecco perché abbiamo rilanciato la campagna per fare in modo che ci si possa tornare ad associare. Più sostegno si è in grado di fornire all’Ebt, più aiuti si avranno quando ci saranno, come in questo caso, momenti complessi e, comunque, quando si espleteranno tutte le varie attività previste tra le forme di sostegno al reddito. Stiamo cercando di svolgere un lavoro attento e soprattutto complementare a tutte le varie iniziative che saranno adottate e che si prefiggono di garantire un aiuto specifico alle imprese del nostro settore colpite dai problemi legati al Covid”.

Ebiter Ragusa
Ufficio stampa Giorgio Liuzzo

Condividi:
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Share on print