L’Ente bilaterale del terziario di Ragusa eroga 75.000 euro a sostegno di cinquanta aziende associate che hanno inoltrato richiesta alla luce delle difficoltà generate dalla pandemia

Il presidente Ebiter Ragusa Gianluca Manenti

L’Ente bilaterale del terziario di Ragusa ha ultimato le procedure che consentiranno, nell’arco di questa settimana, di erogare somme pari a 75.000 euro a sostegno di cinquanta aziende associate che hanno inoltrato specifica richiesta trovandosi alle prese con difficoltà legate alla crisi generata dall’emergenza pandemica. A darne comunicazione il presidente dell’Ebt Ragusa, Gianluca Manenti. In particolare, l’erogazione dei fondi riguarderà, oltre alle aziende, con importi variabili da un minimo di 300 a un massimo di 1.000 euro, anche i dipendenti che lavorano nelle stesse: a ciascun dipendente sarà erogato un minicontributo di 100 euro. In tutto saranno 640 i dipendenti interessati. “E’ un sostegno non da poco – sottolinea Manenti – in un periodo così complesso in cui è necessario stringere le maglie per far sì che possano arrivare supporti adeguati. Noi come Ebt ci stiamo provando e con le risorse a nostra disposizione abbiamo cercato di creare un elenco, sulla scorta delle istanze presentate in cui si ravvisano le principali necessità, per aiutare chi si trova in difficoltà. Voglio ringraziare, oltre a Confcommercio Ragusa, anche le sigle sindacali che assieme all’associazione di categoria costituiscono il fulcro dell’Ente bilaterale, vale a dire Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, per avere sostenuto e condiviso questo percorso e soprattutto per avere incoraggiato lungo tale direzione l’azione dell’Ebt. Abbiamo fornito, è evidente, un piccolo sostegno. Ma riteniamo che, in un momento del genere, qualsiasi aiuto possa risultare utile per permettere alle imprese del nostro territorio, il cui capitale sociale è insostituibile, di rimanere in vita”.

Condividi:
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Share on print